Ciambella all’ananas senza glutine e perfetta anche per i diabetici

La ricetta di questa golosissima ciambella all’ananas, perfetta per la colazione e la merenda, ci arriva direttamente da Ilaria Bertinelli, mamma di Gaia, una ragazza celiaca e diabetica.

Ilaria ha scritto “Uno chef per Gaia“, un libro che raccoglie le ricette preferite di Gaia e in cui indica la conta dei CHO, il calcolo dei carboidrati, fondamentale nella dieta dei diabetici.

ciambella ananas senza glutine

 

 

 

 

 

 

 

 

38,9 CHO per 100 g.

Ingredienti per 6 persone

200 g di ananas fresco o sciroppato

125 g di yogurt naturale

100 g di maizena*

100 g di fecola di patate*

100 gr di mandorle pelate

100 g di olio di semi

3 uova

16 g di lievito per dolci* (1 bustina)

1 pizzico di sale

1 busta di vanillina*

140 g di zucchero

Preparazione

In un robot tritare le mandorle in modo da ottenere una farina e metterla da parte. Mettere le uova in una terrina, montarle con una frusta prima di aggiungere lo zucchero e mescolare bene fino a quando saranno bianche e spumose. Aggiungere lo yogurt e l’olio di semi e, continuando a mescolare, incorporare la maizena, la fecola e la farina di mandorle. Aggiungere infine il lievito, la vanillina, il sale e l’ananas tagliato a pezzi.

Mescolare bene in modo da ottenere un impasto morbido e omogeneo. Imburrare e infarinare uno stampo da ciambella. Versarvi l’impasto e sbattere lo stampo leggermente su un piano in modo da eliminare eventuali bolle d’aria.

Cuocere in forno statico preriscaldato a 170 gradi per 35 minuti.

Ilaria ci suggerisce che è possibile utilizzare per questa ciambella qualsiasi altra frutta di stagione al posto dell’ananas; lei ci consiglia di provarla con il mango o con le mele!

copertina uno chef per gaia

Se vuoi saperne di più su Ilaria e il suo libro leggi l’intervista.

Puoi acquistare il libro di Ilaria qui, il ricavato dei diritti d’autore sarà devoluto all’AIC, Associazione Italiana Celiachia e all’AGD, Associazione Giovani Diabetici.

 

 

 

 

 

* L’asterisco singolo indica un prodotto naturalmente privo di glutine, ma a rischio di contaminazione dovuta al processo di lavorazione e che quindi deve essere garantito dall’assenza di tracce dalla scritta in etichetta “senza glutine” oppure dal suo inserimento sul Prontuario degli alimenti dell’AIC.

 

 

scritto da

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>