Come sviluppare tutti i talenti del bambino: Corretta Alimentazione

Negli ultimi anni si parla molto della corretta alimentazione per i bambini, soprattuto più piccoli, e basta uno sguardo alle ultime notizie delle fonti autorevoli, per capire come l’obesità infantile sia un problema attuale o potenziale futuro, qualora il bambino, già nella tenera età venga esposto ad una alimentazione carica di cibo industriale, preconfezionato, pieno di zuccheri e grassi, assolutamente “inutili” dal punto di vista nutrizionale. A tal scopo, abbiamo letto di recente il libro “Come sviluppare tutti i talenti del bambino” e vi riportiamo un estratto che parla, appunto dell’alimentazione.

Il contadino coltiva la sua terra, semina e pianta. Il tempo, il vento, il sole, la luna e le stelle, tutti svolgono il loro ruolo per far crescere le piante dai semi.
Perché le messi crescano, maturino e siano mietute è necessario il la­voro del contadino. E comunque la strada è ancora lunga prima che i prodotti della terra arrivino sulla nostra tavola. Devono essere imma­gazzinati e confezionati, comprati e venduti molte volte, preparati e cucinati. Solo allora noi possiamo sederci a tavola e goderci il cibo.
Gli alimenti ‘industriali': una tentazione da evitare
Prima che noi consumatori veniamo in contatto con il cibo, ha già a­vuto luogo un lungo processo, un processo dal quale noi siamo total­mente dipendenti.
Il modo in cui il contadino lavora la sua terra e si prende cura dei suoi animali è cruciale per la qualità del cibo, ma questa non è la storia com­pleta. Il trattamento ulteriore è almeno altrettanto importante. Pasti prodotti industrialmente non potranno mai avere la stessa qualità di ci­bo cucinato in casa, ma a volte siamo indotti a comprare un pasto pron­to perché non abbiamo tempo di cucinare noi stessi. Inoltre, molti di noi non hanno conoscenze adeguate circa la migliore alimentazione per noi stessi e i nostri figli. Questo ci rende dipendenti dall’industria del ci­bo, che di sicuro non ha una conoscenza della corretta alimentazione per i nostri bambini migliore della nostra. Ciò nonostante, il mercato del cibo fa grandissimi profitti grazie alla nostra incertezza.
Abbiamo addirittura dubitato che il latte materno fosse davvero il mi­glior nutrimento per i nostri bambini, nonostante il fatto che la ricer­ca scientifica avesse dimostrato che effettivamente lo è!
Eppure, quando il bambino è cresciuto, può essere una gran tenta­zione raccogliere qualcosa dagli scaffali degli alimenti per bambini, pieni di pacchetti, di scatole e di piccoli vasetti. È tutto pronto, pre­pararlo non ci costa praticamente nessuno sforzo e non ci porta via tempo. Ma questo cibo è il migliore per i nostri figli? Perché non ci af­fidiamo agli ingredienti freschi che cuciniamo noi stessi? È solo la per­dita di tempo che fa scegliere a tanti genitori cibo pronto già cotto, o non è piuttosto una mancanza di consapevolezza su come noi stessi possiamo assumere la responsabilità per il cibo dei nostri figli nei pri­mi cruciali mesi di vita? (A ogni modo, per quelli che hanno fretta, esi­stono alternative che sono per lo meno a base di prodotti biologici.)
Suggerimenti per una dieta sana e nutriente
Un bambino triplica il suo peso nel primo anno di vita, a volte grazie al solo latte materno. La maggior parte delle mamme dopo 5-6 mesi sceglie di aggiungere al proprio latte altro cibo.
Ecco qualche suggerimento per una dieta sana e nutriente.
Possiamo iniziare con una semplice pappa fatta con farina di riso, re­peribile nei negozi di cibi naturali. Il sapore non è molto diverso da quello del latte cui il bambino è abituato, dà un senso di maggior sa­zietà e può aiutarlo a dormire per tutta la notte. Possiamo dare al bam­bino anche del succo di frutta. All’inizio possono esserci proteste, ma mescolandolo con un po’ di pappa si può rendere il tutto più facile. Possiamo provare anche vegetali bolliti ben passati, e vedere come va. Per cominciare, sono adatte le carote. Aggiungiamo un po’ di latte, ma evitiamo sale e spezie, finché il bambino non è più grande.
Quando sono spuntati i dentini e il bambino è stato svezzato, gli pos­siamo dare una pappa più spessa di miglio, orzo o avena. Si possono tentare anche combinazioni più audaci di vegetali con radice di pasti­naca o barbabietola, e anche cavolfiore o broccoli. Ora il bambino può avere piccoli pezzetti di pane. Il suo latte si può diluire con una tisana dolce di finocchio, che facilita la digestione e ha un buon sapore.
Il porridge (una zuppa di fiocchi di cereali bolliti in acqua o latte zuccherati) costituisce per il bambino più grandicello un buon inizio del­la giornata. Il porridge spesso fa sentire ‘calore’ ai bambini (special­mente se è di miglio e avena), e questo ‘calore interiore’ è importante per la crescita. Inoltre il contenuto in silice del grano integrale è pre­zioso per la formazione di ossa e denti.
Il pane è un importante elemento costruttivo, specialmente il pane integrale fatto in casa, che è piuttosto diverso dal pane che si può comprare al negozio. Inoltre, l’odore in casa del pane appena sforna­to può diventare un prezioso ricordo dell’infanzia.
Gradualmente il bambino diventa abbastanza grande da condividere lo stesso cibo con il resto della famiglia. Allora è importante avere un menù variato con ingredienti di buona qualità. Il cibo per i più piccoli non dovrebbe essere troppo saporito, ma è bene, gradualmente, abi­tuarli al gusto di erbe aromatiche come timo, origano, rosmarino.
L’importanza di mangiare tutti insieme
È importante anche impostare il più presto possibile un buon com­portamento a tavola. Bambini che giocano o corrono mentre mangia­no rovinano la loro digestione, e si estraniano dalla compagnia dei commensali. Spesso i pasti sono gli unici momenti durante il giorno in cui l’intera famiglia è unita, e dovrebbero essere piacevoli per ognuno.
Un altro aspetto importante del fatto di mangiare insieme è che i bambini cominciano a vedere che cosa serve per preparare un pasto. Quando diventano più grandi, si possono dare loro dei compiti. Non sono molti oggigiorno i bambini che sperimentano la connessione tra l’agricoltura e il cibo, e questo fa sì che sia importante per loro es­sere capaci di seminare un piccolo pezzo di terra e innaffiare gli or­taggi o i cereali che spuntano e crescono.
Fate osservare ai bambini una mietitura, e fate in modo che speri­mentino come gli ortaggi vengono trasformati in un buon pasto, op­pure come il grano viene trasformato in pagnotte di pane. Esperien­ze di questo genere suscitano nei bambini sentimenti di soddisfazio­ne e, insieme, rispetto, che sono vitali per il loro sviluppo.

Per concludere, riportiamo il nostro piccolo promemoria per favorire la corretta educazione alimentare dei più Piccoli:

10 Cose da Fare per prevenire l’obesità:
  1. E’ importante fornire ai bambini una dieta equilibrata, che non significa infatti togliergli il piacere di mangiare i dolci. Introdurre carboidrati semplici e complessi, come cereali e frutta, naturalmente ricchi di zuccheri “buoni”.
  2. Sostituite lo zucchero di canna e da barbabietola con altri dolcificanti naturali come il miele, il malto, succo d’agave, fruttosio, sciroppo d’acero.
  3. Mentre fate la spesa, leggete attentamente le etichette con gli ingredienti. Possibilmente, acquistate i prodotti alimentari nei negozi biologici.
  4. Se decidete comunque di fare la spesa nelle grandi catene dei supermercati, scegliete prodotti freschi, biologici, integrali e privi di zucchero raffinato ( soprattutto merendine, yoghurt aromatizzati, succhi di frutta, bibite, budini, snack..)
  5. Nelle occasioni sociali e famigliari, permettere ai bambini, senza paura, qualche strappo alla regola.
  6. Siate creativi: ripronete le vostre tradizionali ricette di famiglia o quelle che trovate nelle riviste, ricettari e siti web sostituendo sempre lo zucchero con una variante del dolcificante naturale. Se proprio non sapete come fare, chiedete al Piccolo Cuoco 😉
  7. Abituate i bambini ai cibi semplici, non troppo elaborati e mai troppo sapidi
  8. Date sempre il buon esempio. Per esempio, non ha senso nè effetto servire tisane o spremute casalinghe senza zucchero al bambino, se vi vede ogni mattina che vi dolcificate il caffè
  9. Preparate dolci lievitati naturalmente, con frutta fresca e secca, da far consumare come spuntini o colazione; in alternativa, offrire come spuntini frutta fresca o secca.
  10. Coinvolgete i bambini in cucina: divertitevi e spiegate cosa preparete, i bambini mangeranno più volentieri se hanno contribuito personalmete alla creazione dei piatti.
Buon appetito e Buon divertimento in Cucina!
Vostro,

Cerca tutte le Ricette e Articoli simili:
Ricette per Bambini del Piccolo Cuoco

Piccolo Cuoco Consiglia: Utilizza Frutta e Verdura di Stagione e laddove possibile BIO. Vuoi sapere in che mesi puoi preparare questa ricetta? Consulta e scarica subito la Scheda di Frutta e Verdura di Stagione Clicca qui
NOTE: I tempi consigliati  nelle ricette proposte dal Piccolo Cuoco sono puramente indicativi perché la preparazione delle ricette con e per bambini piccoli può variare a seconda della tecnica impiegata di ciascuno e la cottura può richiedere più o meno tempo in base al tipo di forno e utensili utilizzati.
Hai una ricetta per Bambini da proporci? Invia la tua Ricetta per Bambini con la foto al piccolocuoco@gmail.com e sarà pubblicata sul nostro Sito!
Se ti è piaciuta questa ricetta, iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere le raccolte delle ricette del Piccolo Cuoco ogni due settimana, in alto a destra. Vuoi invece avere sempre sotto mano tutte le nostre ricette e consultarle quando vuoi direttamente sul tuo palmare? Clicca dal tuo telefonino ( abilitato alla navigazione internet ) al sito http://ricette-per-bambini.m.libero.it/oppure richiedi l’invio gratuito del  link al tuo cellulare tramite sms. Puoi anche seguirci su Facebook, Twitter e iscriverti al Feed per ricevere comodamente nella tua mail ogni nuova ricetta, notizia ed evento..

Acquista la tua copia del Ricettario per Bambini del Piccolo Cuoco Acquista il Ricettario per Bambini del Piccolo Cuoco

scritto da

2 commenti per “Come sviluppare tutti i talenti del bambino: Corretta Alimentazione

  1. CioccoMamma scrive:

    il porridge qui va alla grande, pane e pizza li facciamo con il lievito madre

  2. Piccolo Artista scrive:

    e viva! Io ci provo con il lievito madre, con i bambini è difficile farlo perchè i tempi sono lunghi ma anche se alle prime armi, ci si arriva :-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>