C’era una volta….la pizza! Ovvero, storie e favole da cucina per bambini (parte I)

Categorie: Pizza
10 giugno 2011

Ciao piccoli cuochi! Lo sapevate che i più importanti chef del mondo, oltre ad essere artisti esperti nella realizzazione di primi piatti, secondi, dolci, frullati e di tutte le semplici ricette con cui ci stiamo divertendo, approfondiscono la cultura alimentare dell’Italia e del Mondo. Ecco che da oggi proprio per voi nasce una piccola rubrica interamente dedicata a questo aspetto. Partiamo subito con la “storia della PIZZA”! Un assaggio tutto per voi e …. non perdetevi le prossime puntate!

La pizza ha una storia lunga e complessa. La parola “pizza” venne usata già nel lontanissimo 997 e nel 1200, a Gaeta e Penne (mi raccomando mamme, occhio alla geografia!), poi in altre città italiane come Roma, l’Aquila ecc.Intorno al 1500 a Napoli venne dato ad un pane schiacciato il nome di pizza che deriva dalla storpiatura della parola “pitta”. In quel periodo la pizza rappresentava un itensile da formaio, cioè una pasta per verificare la temperatura del forno. La pizza non fu considerata, per molto tempo, un piatto di cucina, bensì un piatto per i poveri ed era venduta in strada. All’inizio era coperta da una salsa bianca, più tardi sostituita con olio d’oliva, formaggio, pomodori. Nel 1889, per onorare la Regina d’Italia Margherita di Savoia, il cuoco Raffaele Esposito diede origine alla Pizza Margherita, condita da pomodoro, mozzarella e basilico, per rappresentare i colori della bandiera italiana.

“La Pizza negli Stati Uniti”

La pizza fece la sua prima apparizione negli Stati Uniti con l’arrivo degli immigrati italiani nel tardo XIX secolo. Nelle  città con vaste popolazioni italiane, come San Francisco, Chicago, New York City, e Philadelphia  la pizza fu inizialmente venduta sulle strade dei quartieri italiani. Nel tardo XIX secolo a Chicago, ad esempio, la pizza fu introdotta da un venditore ambulante che camminava su e giù lungo Taylor Street con un mastello di pizze sulla testa. Questo era il modo tradizionale in cui si vendeva la pizza a Napoli, in cilindri di rame con delle maniglie ai lati e un coperchio sopra per mantenere calde le pizze. Non passò molto tempo prima che i piccoli caffè e le drogherie iniziarono ad offrire le pizze alle loro comunità italoamericane.

Piccolo Cuoco Consiglia: Utilizza Frutta e Verdura di Stagione e laddove possibile BIO. Vuoi scaricare la Scheda di Frutta e Verdura di Stagione GRATIS? Clicca qui

HAI UNA RICETTA PER BAMBINI DA PROPORRE? Inviaci la Tua Ricetta con la foto al piccolocuoco@gmail.com e sarà pubblicata nel nostro Sito! HAI REALIZZATO QUESTA RICETTA PER BAMBINI? Inviaci le foto di come è riuscita a te e il Link del Tuo post se hai un Blog. In alternativa, te la pubblichiamo noi!
Se ti è piaciuta questa ricetta, iscriviti gratuitamente per non perdere la prossima gustossisima ricetta direttamente nella tua casella e-mail ( si aprirà una nuova finestra ). Vuoi invece avere sempre sotto mano tutte le nostre ricette e consultarle quando vuoi direttamente sul tuo palmare? Clicca dal tuo telefonino ( abilitato alla navigazione internet ) al sito http://ricette-per-bambini.m.libero.it/ oppure richiedi l’invio gratuito del link al tuo cellulare tramite sms.
scritto da

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>